Menu Chiudi

Programmare l’AMF 2019 è stato senz’altro una questione di passione e competenze, artistiche, amministrative, informatiche, digitali e grafiche ma soprattutto una questione di grande desiderio, ambizione e volontà di coniugare musica e luoghi della musica, in modo che ognuno possa godere di Levanto in musica e della musica a Levanto.
Levanto rappresenta bellezza e armonia, tra vallata e mare, una storia millenaria, architettura rurale, civile e religiosa rappresentativa di diverse epoche nonché qualità nella ricettività, nella eno-gastronomia, nella accoglienza, nelle produzioni locali: tutto ciò converge nell’AMF 2019, con tanta cooperazione di tanti soggetti, residenti, volontari, amministrazione, commercio, operatori, tecnici.
Un grande regalo per Levanto, l’AMF2019, ma anche- e soprattutto- l’occasione per dimostrarne capacità e potenzialità.
Quanto all’offerta musicale, il pubblico ne potrà apprezzare la varietà e la qualità: la coniugazione del multiforme violoncello, strumento di Massimo Amfiteatrof, in molte delle sue manifestazioni, le molte  contaminazioni, l’occasione fornita a giovani talenti, la cooperazione con i luoghi della formazione musicale, conservatori e liceo musicale liguri e con prestigiosi Festival, grandi nomi, concerti classici, e una rappresentazione teatrale che parla di genio musicale.
Musica, davvero, per tutti, troverete nel programma!
La grafica, concepita e realizzata da un giovane talento, è stata curata per essere chiara e attraente, così come la comunicazione, tramite il sito e i social media, frutto di passione e competenza digitale.
Una particolarità sarà la comunicazione tramite il media partner Radio Levanto Valdivara durante tutto il periodo del Festival… una sorpresa.
La declinazione di AMF2019 in Amfiteatr-off e Amfiteatr-out, consentirà di percorrere i temi musicali con parole e musica e di avere informazioni per vivere il Festival anche tra un concerto e l’altro, godendosi le offerte escursionistiche, gastronomiche, ricettive e commerciali di Levanto.
ENJOY!

Set
7
Sab
Giovanni Gnocchi – Recital per violoncello solo @ Chiesa di Sant'Andrea
Set 7@21:30
Giovanni Gnocchi - Recital per violoncello solo @ Chiesa di Sant'Andrea

Il Concerto

György Kurtág, Árnyak, (“Ombre”, per Miklós Perényi) – 2002

Domenico Gabrielli, Ricercare per il violoncello solo n° 6 in sol maggiore (Bologna, 1689)

Johann Sebastian Bach, Suite n° 1 in sol maggiore BWV 1007 (ca. 1720)
Prélude – Allemande – Courante – Sarabande – Menuet I & II – Gigue

György Kurtág, Op. 5b Jelek I, Perényi Miklósnak
(Signs I, per Miklós Perényi) – 1987

Tobias Hume, Harke, Harke (dai Musicall Humors, London, 1605)

Diego Ortiz, Recercada primera in sol minore
(dal Tratado de glosas, Roma, 1533)

Zoltán Kodály, Sonata for solo violoncello op. 8 (1915), accordatura LA-RE-FA#-SI
Allegro maestoso ma appassionato
Adagio (con grande espressione)
Allegro molto vivace

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial