Menu Chiudi

Programmare l’AMF 2019 è stato senz’altro una questione di passione e competenze, artistiche, amministrative, informatiche, digitali e grafiche ma soprattutto una questione di grande desiderio, ambizione e volontà di coniugare musica e luoghi della musica, in modo che ognuno possa godere di Levanto in musica e della musica a Levanto.
Levanto rappresenta bellezza e armonia, tra vallata e mare, una storia millenaria, architettura rurale, civile e religiosa rappresentativa di diverse epoche nonché qualità nella ricettività, nella eno-gastronomia, nella accoglienza, nelle produzioni locali: tutto ciò converge nell’AMF 2019, con tanta cooperazione di tanti soggetti, residenti, volontari, amministrazione, commercio, operatori, tecnici.
Un grande regalo per Levanto, l’AMF2019, ma anche- e soprattutto- l’occasione per dimostrarne capacità e potenzialità.
Quanto all’offerta musicale, il pubblico ne potrà apprezzare la varietà e la qualità: la coniugazione del multiforme violoncello, strumento di Massimo Amfiteatrof, in molte delle sue manifestazioni, le molte  contaminazioni, l’occasione fornita a giovani talenti, la cooperazione con i luoghi della formazione musicale, conservatori e liceo musicale liguri e con prestigiosi Festival, grandi nomi, concerti classici, e una rappresentazione teatrale che parla di genio musicale.
Musica, davvero, per tutti, troverete nel programma!
La grafica, concepita e realizzata da un giovane talento, è stata curata per essere chiara e attraente, così come la comunicazione, tramite il sito e i social media, frutto di passione e competenza digitale.
Una particolarità sarà la comunicazione tramite il media partner Radio Levanto Valdivara durante tutto il periodo del Festival… una sorpresa.
La declinazione di AMF2019 in Amfiteatr-off e Amfiteatr-out, consentirà di percorrere i temi musicali con parole e musica e di avere informazioni per vivere il Festival anche tra un concerto e l’altro, godendosi le offerte escursionistiche, gastronomiche, ricettive e commerciali di Levanto.
ENJOY!

Ago
7
Mer
Amfiteatr-off: Luigi Stella – Infinita tenebra di luce: il mistero dei buchi neri @ Piazza Cavour
Ago 7@21:00
Amfiteatr-off: Luigi Stella - Infinita tenebra di luce: il mistero dei buchi neri @ Piazza Cavour

Cosa sono i buchi neri ? Come li studiamo ? Perche’ sono cosi’ luminosi ?
Sono luoghi infernali,  oppure hanno una funzione importante nell’Universo ?
Tra “suoni gravitazionali”, meteore e qualche musica la conferenza
si propone di rispondere in termini semplici a queste domande.

Luigi Stella ha svolto le sue ricerche per nove anni negli Stati Uniti, in Germania, nei Paesi Bassi, e successivamente a Milano. Dal 1996 e’ Astronomo Ordinario presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica, Osservatorio Astronomico di Roma; insegna Astrofisica delle Alte Energie presso il Dipartimento di Fisica dell’Universita’ di Roma “La Sapienza”. E’ tra i curatori scientifici dell’Astrophysical Journal (American Astronomical Society). I suoi interessi scientifici principali  riguardano le stelle di neutroni, i buchi neri e le onde gravitazionali, argomenti sui quali ha pubblicato circa 400 articoli in riviste internazionali di fisica ed astrofisica.
Nel 2000 ha ricevuto il premio SIGRAV per la Relativita’ Sperimentale e l’Astrofisica Osservativa. Dal 2006 e’ nella lista “Highly Cited Researchers” dei ricercatori di maggior impatto al mondo, compilata da Thomson Reuters-Clarivate Analytics. Nel 2013 il presidente Napolitano lo nomina Commendatore per meriti scientifici.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial